Piccola trilogia dei secoli dei Blur

Trilogia dei secoli dei Blur

Trilogia dei secoli è un po’ esagerato, lo so. Il titolo corretto sarebbe: 3 canzoni dei Blur con la parola “century”. Sono 3 canzoni in cui “secolo” è non è una parola buttata a caso, ma un elemento di una certa importanza. In più sono 3 canzoni molto conosciute, perché sono uscite come singoli. 3 […]

Continue Reading

L’ultimo capodanno degli anni 80 (Lambada)

capodanno anni 80

L’ebbrezza delle vacanze di Natale, l’ebbrezza del mare di Bordighera, l’ebbrezza di un clima sorprendentemente mite, l’ebbrezza dei miei dieci anni appena compiuti (doppia cifra), l’ebbrezza di un Muro appena caduto, l’ebbrezza di Maradona, l’ebbrezza dell’attesa del nuovo anno, l’ebbrezza di stare sveglio fino a mezzanotte, l’ebbrezza di una festa a casa degli amici dei […]

Continue Reading

L’eleganza dell’EP

L’eleganza dell’ep

Negli anni di lutto per la morte del supporto fonografico, il mio pensiero più affettuoso va all’EP. Di tutte le fogge discografiche il più attraente, elegante, fascinoso, snob, sufficiente, ambiguo, meticcio, bastardo, capriccioso, appetitoso, e oh! so indie. Nel lungo rapporto tra singolo e album, l’EP è da sempre il vertice del triangolo amoroso. Un […]

Continue Reading

Sanremo 2019 sembra il Primo Maggio

sanremo 2019

Sanremo 2019 sembra il Primo Maggio. Ghemon, Zen Circus, Daniele Silvestri, Ex Otago, Achille Lauro, Negrita, Motta… L’elenco di big in gara, in buona parte, è roba da Concertone. Che è in fondo la “canzone italiana” che ho sempre seguito. Sembra quasi di aver vinto. Oppure perso, per un paio di nomi, ma almeno aver […]

Continue Reading

Piccola storia dell’autotune, da Cher alla Trap

autotune

Ero in sala di registrazione col mio gruppo, erano gli anni zero e si suonava ancora il rock, io in qualità di cantante stavo registrando la voce. Stonavo un po’, ovviamente. Dunque il fonico che ci registrava, cliccando qua e là, ha evocato uno strumento che fin lì mi era sconosciuto: l’autotune. Letteralmente un “auto-intonatore”: […]

Continue Reading

Il mio anno con gli Editors

editors 2018 todays torino

Gli Editors non sono il mio gruppo preferito. Sono esplosi in un periodo degli anni zero in cui ero freddo e cinico perché con gli hype inglesi avevo già abbondantemente dato. All’inizio non li distinguevo nemmeno dagli Interpol (e scommetto che pure tu, anche se non lo ammetti…). Tom Smith è un figo ma non […]

Continue Reading

La valigia di Irene Grandi

la valigia di irene grandi

Ma chissà come mai mi è venuto da pensare proprio a Irene Grandi. Sarà quel per ciclo naturale per cui tutto ti torna su, di vent’anni in vent’anni. Infatti era negli anni Novanta che la cantante fiorentina sbocciava nei festival dei fiori. Meno acrobata di Giorgia, più sbarazzina di Paola Turci, meno noiosa della Pausini. […]

Continue Reading

Bassiste bellissime

bassiste donne roberta sammarelli

“Bella e brava!” un complimento bello e bravo da fare a una donna, per lodare sia la sua bellezza che le sue capacità. Perché vuoi fare il progressista, mostrare che la ammiri per il suo valore, e l’aspetto è quasi un dettaglio. Ma è ovvio che nelle tue parole “bella” vale di più di “brava”, […]

Continue Reading