Mutande

mutande

Dopo aver fatto l’amore (quella volta fu la prima e anche l’ultima) si scambiarono le mutande. Così, come fosse un trofeo, o un souvenir. Se ne andarono via senza niente sotto, e con in tasca l’uno le mutande dell’altro. Lui appoggiò le mutande sul tavolo, appena tornato a casa. Poi visto che aveva visite in […]

Continue Reading

Ho fatto la maratona al Todays Festival

ToDays festival

Non saprei a chi destinare il racconto che vado a iniziare sul Todays Festival 2019. Forse per quelli che c’erano, per rivivere le cose che abbiamo vissuto “noi”. Oppure per quelli che non c’erano, i “voi”, per farli rosicare un poco. Oppure per i “loro” che sono ignari di tutto ma vivono in questa città […]

Continue Reading

Piano bar

piano bar

Ha qualche canzone nel cassetto che non ha avuto fortuna, ma comunque le aggiunge nei borderò Siae per cavare qualche spicciolo. Ha un’auto capiente in cui dispone meticolosamente la strumentazione, sempre nello stesso ordine, collaudato da anni. Ha un’agenda occupata nei fine settimana, arriva nei locali con congruo anticipo per provare i suoni, e va […]

Continue Reading

Limonare coi Balthazar

balthazar

Abbiamo questo problema, noi che perdiamo la testa per un qualche gruppo indie, che pensiamo sia molto più famoso di quello che realmente è. Sovrastimiamo la popolarità. Abbiamo una percezione distorta della domanda e dell’offerta. Conosciamo vita morte e miracoli dei musicisti più oscuri, ignorando beatamente i reali blockbuster della musica mondiale. Ma i Balthazar […]

Continue Reading

Pedalini d’effetto

pedali effetti

È l’ultimo pezzo del gruppo di punta del rock alternativo del millenovecentonovantanovecentonovantanove. Il chitarrista appoggia la chitarra davanti all’amplificatore per tirare fuori il feedback più violento possibile. Camicia, cravatta e occhi spiritati, si inginocchia sulla pedaliera e masturba le manopole dei pedali degli effetti, creando un frastuono impazzito di delay, flanger, fuzz e cascate di […]

Continue Reading

A scuola guida con i Black Mountain

Black Mountain Destroyer

“Dedicato a tutti i guerrieri che hanno lasciato lo stadio”: questo è scritto in calce ai testi dell’album Destroyer dei Black Mountain. Ignoro il riferimento, può essere musicale, può essere storico, può essere semplicemente simbolico. Ma è perfetto, sicuramente hanno pensato a me, perché tale mi sento in una serie di aspetti della mia vita. […]

Continue Reading

40phenia

quadrophenia

Quadrophenia è il film-manifesto per ogni mod, ma teoricamente ti fa totalmente passare la voglia di esserlo. Una storia fatta di delusioni, frustrazioni, rabbia, alienazione, schizofrenia, perdita di fiducia in un gruppo, fallimento nei sentimenti. Tutto quel senso di “riscatto” sociale della cultura mod, beh, qui sembrerebbe totalmente smentito dalla storia disastrosa che il protagonista […]

Continue Reading