Situazionista, neosensibilista, tascabile

Offlaga Disco Pax

Il primo firmacopie in vita mia cui mi presento è un firmacopie che non esiste. Mi avvicino all’artista nel momento meno adatto, interrompendolo mentre sta parlando con altri. Ho con me una copia spiegazzata di un opuscoletto vecchio più di dieci anni, con i testi degli Offlaga Disco Pax. La sorpresa di Max Collini nell’essere […]

Continue Reading

Johnny Marr(athon)

Johnny Marr maratona

Sempre piacevole leggere l’autobiografia di un musicista, nonostante ci sia da tener conto di una serie di cose che possono falsare la percezione: Spesso non è il cantante che scrive, ma un ghostwriter estremamente paziente che, grazie a un’accurata attività di stalking nei confronti del vip, riesce a estrargli una quantità di informazioni sufficiente per […]

Continue Reading

Faber Vostrum

faber nostrum

Fabrizio De André è morto, ma muore ancora, in continuazione. Muore ogni volta che gli viene intitolata una via o una piazza, col suo bel nome scritto su una targa, spesso con l’accento nel verso sbagliato, o ancora peggio con l’apostrofo/apocope, insomma almeno scriverlo giusto non ci vuole una scienza. Muore ogni volta che lo […]

Continue Reading

Questo è hardcore

Pulp This Is hardcore

Anno quasi duemila, pochi soldini del vecchio conio nelle mie giovani tasche, ma tanta voglia di fare mio l’ultimo album dei Pulp, This Is Hardcore. E allora lo compro usato, in uno di quei negozi di… ehm… compravendita* di cd. Ma il mio entusiasmo nel trovarlo disponibile e acquistarlo a poco prezzo si incrina appena […]

Continue Reading

Stormy

stormi iosonouncane

Stormy weather. Un tempaccio a Reggio nell’Emilia. Ogni volta che si svolge Fotografia Europea – incredibile – piove. “Freddo cane in questa palude”, direbbe Ligabue che è di queste parti. Un altro di queste parti, Zucchero, al maltempo (interiore) ha dedicato un’intera canzone. Andrei avanti ore a parlare di maltempo, di Ligabue e di Zucchero, […]

Continue Reading

Album Privé

Massimo Volume Club Privé

Tra tutti gli album dei Massimo Volume, Club Privé è quello che mi attrae di più. Non perché sia particolarmente bello, tutti gli altri lo superano, nell’opinione sia del gruppo che dei fan e per certi versi anche la mia. Mi attrae per il contrario: le debolezze. Dopo anni duri e puri di canzoni in […]

Continue Reading