Questo non è l’1.9.9.6.

Davvero non bisognerebbe andare a sentire gli Afterhours mai più, ogni possibile concerto sarebbe reso vano da quello di ieri. L’ascolto di “Hai paura del buio?” reloaded rifatto con gli ospiti non prometteva nulla di buono. Canzoni perlopiù ammosciate, Pieropelù caricatura di se stesso, Bennato toglie la bestemmia, questo non è l’1.9.9.6. Poi eccoci a […]

Continue Reading

Dischi 2012 (rigori)

   I rigori dell’inverno mi portano a frequentare i locali al chiuso. Meglio un locale al chiuso che un locale chiuso: di questi tempi a Torino sono tanti quelli che vengono sigillati dagli sforzi dell’ordine delle forze dell’ordine. Ma oasi di letizia imperitura rimane la Cadrega, ove dal buon Pier ricevo in dono un cd […]

Continue Reading

Afterhours a Colonia Sonora (ennesima volta)

Non ho mai capito chi è che decide la musica da mettere su prima dei concerti. Sarà l’artista, per creare la giusta atmosfera? Sarà la produzione, con una banale cartella di mp3? Sarà il locale o l’organizzatore del festival, con la prima compilation a caso trovata nell’autoradio? Probabilmente non lo saprò mai, in ogni caso […]

Continue Reading

Dischi 2012 (primo tempo)

     Una mattina mi capita di ascoltare in radio un pezzo che non vi saprei spiegare, oltre che musica è anche aria e luce. Digitando su google parte del testo (in mancanza di Shazam, ognuno ha i suoi metodi!) scopro che è Black Gold, di Esperanza Spalding, bassista e cantante jazz afroamericana il cui ultimo […]

Continue Reading

Afterhours… Padania?

Dopo il “Roma capitale sei ripugnante non ti sopporto più” del Teatro degli Orrori, gli Afterhours stanno per uscire con un disco che si chiama “Padania”; continua dunque la saga rock sulla Lega Nord, chissà perchè e soprattutto non oso pensare chi sarà il prossimo. Il tema del testo del singolo “La tempesta è in […]

Continue Reading