Scusate, non sono andato a votare…

https://encrypted-tbn1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSF4f41yqJqx7cbMJCeCmVq7Jpojuv4i4XlTnHvjFrIGR6fW_32uQ

…e non andrò neanche domani.

Lascio volentieri a voi la televisione, i rottamatori, papa Giovanni tot, il cardinal Martini, il dibattito sulle regole, i sondaggi, il compagno Tabacci, le registrazioni, la parola “endorsement”, le giustificazioni per l’assenza, “io non ti ho interrotto”, le isole Cayman, #csxiamo, la festa della democrazia, il “mail-bombing” etc etc

La mia sinistra è altro.

E la famosa foto qui sopra è un fotomontaggio.

(Dovrei evitare di scrivere di politica, quando lo faccio appaio tenero e cucciolone come quasi due anni fa quando dicevo che le primarie in Italia sono patetiche. Però è vero, e anche oggi ribadisco alcuni concetti: 1) sono orgoglioso di essere di sinistra e lo scriverei sui muri… ma i registri no. 2) l’America non è mica l’america. 3) sono uno che va a votare sempre sempre sempre, e infatti domenica scorsa ho accusato qualche senso di colpa per essermene stato a casa. Ma adesso, ve lo dico sinceramente, sto benone. E’ una liberazione. E’ una libera azione. Provate anche voi…)

E questi?

3 commenti

Rispondi