Pensieri sbagliati II

Aggiorno la mia collezione di pensieri sbagliati iniziata qui.

Amor Fou, dEUS, Teatro degli Orrori

Avevo giudicato con sufficienza, snobismo e sotuttoioismo le ultime uscite di Amor Fou e dEUS, e invece mi sono trovato ad ascoltarli con avidità e bava famelica tutta l’estate. “Il mondo nuovo” del Teatro degli Orrori all’inizio mi sembrava un capolavoro, in realtà è un disco molto lungo, abbastanza largo ma non così profondo.

Scilla e Cariddi

(Magari ero l’unico a non saperlo, ma) Alle medie mi hanno insegnato che Ulisse, durante la sua Odissea, è passato indenne da Scilla e Cariddi, i due mostri marini che stavano di guardia allo stretto di Messina. Ho sempre considerato sottointeso, per un’evidente assonanza, che Scilla stesse sul lato della Sicilia, e Cariddi sul lato della Calabria. Invece è il contrario: Scilla sta sulle coste calabresi e Cariddi sulla punta messinese. In pratica i nomi dei luoghi indicano non dove sono, ma dove guardano. Un ribaltamento di prospettiva delizioso, che alle medie non avrei comunque saputo apprezzare.

Facebook

Un esempio delle mie esercitazioni a capire sbagliato: stai scrivendo un messaggio, ma cambi pagina senza mandarlo. Appare una schermata che ti avverte che non hai inviato il messaggio, e ti dà due opzioni: 1) lascia questa pagina, 2) rimani su questa pagina. Pensaci bene… è la stessa identica cosa!

Stillicidio

Quanto adoro la parola “stillicidio”. Letteralmente indica il cadere lento e regolare delle gocce d’acqua, ma ha un suono oscuro ed inesorabile perchè porta in seno un suicidio, o un omicidio, o chissà quale eccidio. Ho cercato l’etimologia, ma non ho trovato nulla di più fantasioso che il latino “stillicidium”. E allora mi invento la mia personale etimologia farlocca: l’inglese “still” + il suffisso “-cidio” = morire ancora. “Still”, che in inglese si usa anche per aggettivare l’acqua naturale, dà un che di gocciolante a questo morire ancora. Ecco un’etimologia sbagliata, un pensiero sbagliato, ma almeno stavolta ne sono consapevole.

E questi?

5 commenti

      1. ma lo sanno tutti che Litfiba vuol dire “l’italia”, “firenze” e “bardi” (la via di firenze in cui stavano loro). EH!
        Senti, posto che quando ti sei inventato la cosa dello stillicidio dovevi essere sicuramente ubriaco, mi spieghi perché “lascia questa pagina” e “rimani su questa pagina” sono la stessa cosa?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.