L’Oroscopo di Matteo – 2015

oroscopo 2015

Auguri di buon anno ai milioni di lettori del Myspiace. Come due anni fa, un Superospite d’eccezione: ecco l’oroscopo 2015 di Matteo Gorgoglione, cantante dei Là-bas. Tutti i #paolofox #brezsny #branko etc sono azzerati. Di che segno siete? Di che segno è il/la vostro/a partner? Controlliamo anche l’ascendente? Tutte le risposte con…

L’OROSCOPO DI MATTEO- ARIETE
ti racconto quella della bottiglietta d’acqua, caro ARIETE. io compro decine di bottigliette di acqua, e poi rimangono lì, a metà, o quasi vuote. per mesi ne ho avute otto sulla scrivania. alle volte ne prendo una e bevo, ma il sapore è cattivo. magari è aperta da due mesi. potrei chiudere con il passato, e buttarle tutte in una volta, ma mi dimentico, e continuo a fare quotidiane sorsate sgradevoli. dico “bleah!”, però, improvvisamente, tutto passa, fino alla sorsata successiva. è come se dimenticassi, è come se partissi sempre da zero: prendo una bottiglietta e spero che non sia la più cattiva. per questo 2015, caro ARIETE, ci puoi arrivare benissimo da solo. rileggi due o tre volte questo oroscopo, non è difficile. lo so, lo so che sai leggere, ARIETE, io intendo che non è difficile capire cosa voglio dire. anzi è facile, come bere un sorso d’acqua.

L’OROSCOPO DI MATTEO- TORO
“è il jack che non funziona, prova a cambiare jack”, caro TORO. il jack è quel cavo che si attacca alla chitarra, e quando non funziona o si è rotto (accade spessissimo e sempre misteriosamente), il suono perde di potenza o va ad intermittenza. prova a concentrarti non tanto sul jack, ma sul momento in cui il chitarrista inizia a muovere tutti i volumi e le manopole dell’ amplificatore, senza capire cosa sta succedendo. poi ad un certo punto qualcuno dice “è il jack che non funziona, prova a cambiare jack”. ecco, caro TORO, il tuo compito per il 2015 è proprio questo: è dirti “prova a cambiare jack”. non è la chitarra, non è l’amplificatore, attenzione. è quella cosa che c’è tra la chitarra e l’amplificatore, cioè quella cosa che unisce le tue emozioni al tuo mondo interno. vedrai che sarà tutta un’ altra musica.

L’OROSCOPO DI MATTEO- GEMELLI
mi fermo per alcuni minuti davanti alla vetrina di un parrucchiere per signora. non ho mai saputo, né ho mai osato immaginare, cosa spinge un parrucchiere a farsi una foto con le dive (spesso dive in disuso come susanna messaggio o marina suma) e attaccarle in vetrina. mostrare a tutti che sei bravo? far vedere che tutti ti conoscono? far vedere che tu conosci tutti? non lo so, e forse non è importante saperlo. registro l’espressione del parrucchiere, che è sempre la stessa, cioè sorridente e ammirata. invece, l’espressione delle dive è sempre un po’ distante, di scena, insomma. nel 2015, caro GEMELLI, sarai un po’ “parrucchiere ammirato” (almeno fino a maggio), e poi un po’ “diva annoiata” (fino a dicembre). sarai prima un po’ ingenuo, ma naturale. poi un po’ misterioso, ma artefatto. nel frattempo, io mi taglierei i capelli, ma non solo una spuntatina, di più.

L’OROSCOPO DI MATTEO- CANCRO
caro CANCRO, la mia giovinezza passa anche attraverso la targa della mia vecchia panda blu: BJ 830 KG. una macchina piccolina, come tutti sappiamo, ma con tutto il necessario. l’autoradio mi faceva compagnia. la musica era bellissima, la giovinezza era bellissima, io ero bellissimo: ascoltavo le registrazioni delle prove, e tanta altra musica. yo la tengo, belle and sebastian, la’s, elf power, grant lee buffalo. ricordo di essere arrivato in panda, quel giorno, al primo appuntamento con lei, sì, proprio lei. succede, a distanza di dieci anni, di ripensare alla mia panda blu, e di ripensarci incrociando con lo sguardo al semaforo altre macchine con la targa simile alla mia. una volta ci sono andato vicino: una citroen BJ 819 KG. giuro, sono anni che cerco la 829 o la 831, e sono così eccitato al pensiero che non me lo spiego. caro CANCRO, quello che dovrai fare nel 2015 sta tutto qui: cercare attorno a te i segni del passato, gli indizi, le suggestioni. e commuoverti, commuoverti fino a sciuparti.

L’OROSCOPO DI MATTEO- LEONE
la leggenda narra che la lettera “h” sia stata estremamente decisiva nella carriera dei r.e.m.. proprio a causa della lettera “h” , una delle più grandi e importanti band del mondo, all’alba del 1986, si stava sciogliendo. sai perché, caro LEONE? perché metà della band voleva chiamare una canzone “swan swan”, e l’altra metà “swan swan hummingbird” (cioè la prima frase del testo). liti e conflitti interni che stavano prendendo una piega dolorosa (considera che se si fossero sciolti non ci sarebbero stati dischi come “out of time”, “automatic for the people, e soprattutto “up”, il mio disco preferito in assoluto). caro leone, ma davvero tu metteresti a rischio tutto, i tuoi sogni, le tue relazioni, i tuoi desideri, per uno stupido piccolo particolare? caro LEONE, non conviene, nel 2015, farla finita con tutte le tue inutili rivendicazioni e tutta la tua testardaggine, e occuparti solo di cose importanti? ah, per la cronaca: i r.e.m. alla fine non si sono sciolti, perché hanno deciso di chiamare quella canzone (uno dei capolavori della band), “swan swan h”. quando si dice la mediazione! e tutti vissero felici e contenti (e ricchi).

L’OROSCOPO DI MATTEO- VERGINE
io lo so. io lo so, cara VERGINE, come andrà la mia giornata. so già dal mattino se starò bene o male. apro il cassetto dell’ intimo. scelgo il boxer, quello stretto, quelli che anni fa non esistevano e ora invece sì, quelli con la fascia larga con su scritto “man”, “club”, “uomo”, “just”. ne ho tre o quattro che sono vecchi e lisi, ma che non butto per pigrizia. bene, appena ne indosso uno di questi, so già che avrò fuori una palla per tutto il giorno. ma è irresistibile, è più forte di me. non mi cambio e vado a lavoro. e sto tutto il giorno così, a disagio, con una palla sudata e una no. mi dico: “stasera torno a casa e le butto, giuro”, ma poi torno a casa e faccio altro. cara VERGINE, come la metti? vuoi continuare così? fai tu, ok?

L’OROSCOPO DI MATTEO- BILANCIA
“nella mia vita ho imparato che puoi contare solo su te stesso”. quante volte hai pensato o sentito questa frase, cara BILANCIA? io per esempio posso contare solo sugli altri, mai su me stesso. davvero, arrivato a trentasette anni, ho realizzato finalmente che mi posso fidare più degli altri che di me stesso. perché poi, se ci pensi bene, BILANCIA, vedrai che sono più le volte in cui gli altri ti hanno sorpreso positivamente, che il contrario. una volta ho addirittura beccato un tizio in posta che mi ha detto questa frase, dopo che avevo polemizzato brevemente con l’impiegato, pensa un po’. mentre andavo via mi ha detto “non lo sai ancora che nella vita puoi contare solo su te stesso?”. io ho risposto tanto per rispondere “lo so, lo so”. ecco, BILANCIA, il 2015 sarà un anno di decisioni molto importanti. cerca di non essere da solo. seconda parte dell’anno estremamente faticosa.

L’ OROSCOPO DI MATTEO- SCORPIONE
un giorno un mio amico mi raccontò la storia del suo primo bacio. la storia era questa: aveva dato il suo primo bacio, ma quasi immediatamente aveva abbandonato lei su due piedi per correre da suo padre che lo aspettava in ospedale. ecco, sai perché? perché doveva salutare per l’ultima volta una vecchia zia appena morta. quando si dice il destino! passare dall’attimo di eterno che non c’è al saluto eterno, così velocemente, così, senza pensarci. a distanza di anni, se pensava a quel giorno, il mio amico non riusciva a non pensare alla sua figura perplessa davanti alla bara della zia, mica ai batteri di lei nella sua bocca (cit.). il problema era che questa storia lui la raccontava sempre così: “il giorno del mio primo bacio DOPO sono andato da mia zia morta”. quando invece aveva iniziato a dire ” PRIMA di andare dalla zia morta, avevo dato il mio primo bacio”, iniziò a sentirsi più sollevato, più sereno, anche più innamorato. caro SCORPIONE, il problema è come (te) la racconti, tutto qui. e mi spiace infierire, ma questo è stato sempre il TUO problema (e tu solo sai quanto sia stato decisivo anche per colui/colei che amavi). lo sarà ancora nel 2015.

L’ OROSCOPO DI MATTEO- SAGITTARIO
sai, SAGITTARIO, non succede spesso di incontrare qualcuno che non conosci, iniziare a parlare, parlare di luoghi, lavoro, amici comuni, esperienze, viaggi, e poi fermarsi per un attimo, l’attimo in cui ti accorgi che un amico in comune ce l’hai eccome. e quell’amico in comune è turi oppedisano, “oppe”. una delle persone più incredibili, più talentuose e poetiche che abbia mai conosciuto. un vero artista, un musicista, un poeta. ricordo ancora quando l’ho incontrato per la prima volta: suonava prima di me a poirino, io entro nel chiostro e vedo un tizio con una camicia a fiori con la chitarra acustica che cantava una splendida canzone. conoscere oppe vuol dire conoscere un mondo nuovo, e questo si vede dai sorrisi e dalla meraviglia che ho condiviso con altre persone che prima o dopo di me l’hanno conosciuto. “ah, conosci oppe, ma dai…anche io!!…bè, lui è speciale”…ecco, caro SAGITTARIO, cerca una persona speciale, nel 2015. e se non la trovi, vai a un concerto di oppe. Così, un giorno, io e te caro SAGITTARIO, ci incontreremo e sorrideremo insieme, di bellezza e gratitudine.

L’ OROSCOPO DI MATTEO- CAPRICORNO
come cambiano i tempi, caro CAPRICORNO. quando eri bambino ti capitava di giocare o di passeggiare vicino a dei piccoli orti, che vecchietti alle volte un po’ svitati coltivavano con cura e amore. non c’era alcun ordine, non c’era bellezza (?). lamiere sporche mezze appoggiate ad altre lamiere, una sedia di corde di plastica mezza arrugginita, bidoni pieni di acqua e bidoni pieni di immondizia. i vecchietti stavano lì, e chissà, forse anche per questo motivo non si compravano il miliardario in tabaccheria. ora ci sono gli orti urbani: belli, istituzionalizzati, progressisti. ho letto, tra le mille cose: “l’orto urbano è un vero e proprio movimento di pensiero”, ” l’orto urbano riporta i tuoi ritmi di vita a una dimensione più umana” e altre baggianate simili. caro CAPRICORNO, nel 2015 cerca di dare il nome giusto alle cose: quando mangi una zucchina in carpione la mangi e basta,
non è una “esperienza”. quando sorseggi del vino, stai bevendo un vino, magari ti ubriachi, ma questo non ti “apre le porte della conoscenza”. quando passi davanti a un orto urbano, pensa che ci sono delle semplici persone che stanno zappando e passano il loro tempo, e basta. nel 2015. cerca di chiamare la polenta polenta, non pasticcio di mais, caro CAPRICORNO.

L’ OROSCOPO DI MATTEO- ACQUARIO
“non è nei vasti campi o nei grandi giardini che vedo arrivare la primavera, ma nei radi alberi poveri di una piazzetta di città. qui il verde si evidenzia come un dono ed è allegro come una buona tristezza”. così scriveva fernando pessoa, e così scriverei io, caro ACQUARIO (se solo sapessi farlo). mi metto a ripensare a tanti, tanti anni fa. è proprio il ricordo della piccola piazzetta di quel piccolo paese che mi dava l’idea del tempo che passava, il tempo che scorreva meraviglioso, dall’alba al mattino (ero molto giovane e riuscivo ancora a pensare). quanta pace, ricordo, in quel piccolo bar con una vetrina sulla piazza, con l’altra vetrina sulla stradina stretta e buia. i miei desideri mi sembravano esatti, gli sforzi non mi sembravano vani, e addirittura qualcosa aveva un piccolo senso. Nel 2015, ACQUARIO, ti toccherà uno sforzo apparentemente facile, in realtà misterioso e complesso: trovare una piccola piazzetta, percorrerla in lungo e in largo, guardare il cielo, e sperare di ritornare a sperare. sii allegro, “come una buona tristezza”.

L’OROSCOPO DI MATTEO- PESCI
quando mi passano la pinzatrice, nelle rarissime volte in cui mi serve una pinzatrice, al primo punto che provo a fare, la pinzatrice non va. perché sono finiti i punti. mi succede anche negli uffici pubblici: quando il funzionario deve pinzare la mia pratica, la pinzatrice non va, allora si alza, e lentamente va nel retro a caricarla nuovamente. una volta ho fatto questa confessione a un mio amico, e lui mi ha risposto: capita sempre anche a me. capita anche a te, caro PESCI? probabilmente sì. tu sei speciale, caro PESCI, però ultimamente stai pensando che capitano tutte a te. non è così, le cose che ti capitano, guarda un po’ capitano anche agli altri. nel 2015 devi tornare a guardarti intorno, anche se non sarà facile. l’estate sarà un periodo molto positivo, caro PESCI, e potrai realizzare i tuoi progetti. anno interlocutorio o peggio ancora di rottura se sei in coppia. ah, capita solo a me di trovare sempre il tizio che ha finito il blocchetto della carta, e devo aspettare alcuni secondi in più per farmi fare lo scontrino? o anche a te, caro PESCI?

E questi?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.